giovedì 21 novembre 2013

25 novembre e dintorni: tutte le iniziative


25 novembre 2013
Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.
Sciopero delle donne. 


Il 25 novembre è la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Vogliamo che questo giorno sia dedicato a una riflessione di tutte e tutti perché desideriamo fermare urgentemente la cultura della violenza. Ogni due giorni una donna muore uccisa da un uomo, quasi sempre un partner o un ex partner. Il 75% delle violenze si consuma in famiglia o in ambito di relazioni sentimentali. La violenza è la prima causa di morte e di invalidità per le donne fra i 16 e i 44 anni. Una donna su tre ha subito violenza.

La violenza ha le sue radici in uno squilibrio di potere tra i sessi e nel desiderio di controllo e possesso da parte del genere maschile. La violenza è un problema culturale e politico e come tale va affrontato.

Senza risorse economiche è difficile liberarsi dalla violenza: misure repressive e paternalistiche non sono sufficienti.

È necessario che si blocchino i tagli a spese sanitarie e servizi, è necessario garantire il lavoro e la pensione, intervenire con programmi di educazione alla sessualità e alle relazioni sentimentali e, soprattutto, garantire sempre l’autodeterminazione delle donne, la dignità della vita e la libertà dalla violenza.

È necessario che rientri nelle agende politiche, a livello nazionale e locale, un piano preciso di azione che contrasti il fenomeno della violenza maschile nei confronti delle donne: un piano di azione che individui interventi e risorse finanziarie definite e chiare, dando, fra l'altro, attuazione a quanto previsto dalla legge 119/2013 sul trasferimento dei fondi alle regioni e sulla loro destinazione, e cioè il finanziamento delle azioni contro la violenza e dei centri antiviolenza che da anni forniscono sostegno e protezione alle donne vittime di violenza.

Noi scioperiamo per dire basta a tutto questo, perché venga riconosciuta l’importanza del ruolo che le donne svolgono nell'immenso lavoro di educazione, di assistenza, di cura e soprattutto perché venga riconosciuta la necessità di una distribuzione paritaria ed equa fra i generi di questo stesso lavoro che, di contro, ora grava quasi esclusivamente sul genere femminile.

Scioperiamo e invitiamo tutte e tutti a esporre un segno, un filo rosso, una sciarpa, una spilla o un drappo alla finestra.

Artemisia, Coordinamento contro la violenza e sessismo, Coordinamento difesa 194, CGIL Toscana,
Il Giardino dei ciliegi, Libera Toscana, Libere Tutte Firenze, Collettivo Intersexioni, LeMusiquorum, Se Non Ora Quando Firenze
.

Ecco  le iniziative che si terranno in questi giorni al quale invitiamo a partecipare

20 novembre ore 12.00, piazza della Signoria, davanti alla fontana del Biancone, flash-mob promosso da Cesvot: creeremo dei cerchi concentrici che ruotano l'uno in senso opposto all'altro indossando qualcosa di rosso (scarpe, sciarpe, foulard, giacche, accessori, ecc…)

23 novembre ore 9.00, Palazzo Vecchio, "No al femminicidio, il volontariato fiorentino contro la violenza sulle donne. Il volontariato fiorentino contro la violenza sulle donne" Interverranno al convegno anche le  associazioni Artemisia, Coordinamento contro violenza di genere e sessismo, Il Giardino dei ciliegi, Intersexioni, Ireos, Le Mafalde, LeMusiquorum, Libere tutte, Nosotras, Se non ora quando

24 novembre ore 18.00, palestra di San Niccolò, "Per l’eliminazione di ogni violenza contro le donne: riflessione a più linguaggi".

25 novembreSciopero delle Donne (www.scioperodelledonne.it)
 e si invita  tutte e tutti a esporre un segno, un filo rosso, una spilla o un drappo alla finestra. Inoltre:
 
ore 11.00/12.00, piazza Santa Croce, SCARPE ROSSE, iniziativa promossa dallo SPI CGIL. Verranno letti dei brani   elencando le donne vittime di femminicidio del 2013;

ore 17/18.30, Biblioteca di Scandicci, incontro aperto sul tema della violenza di genere e del femminicidio.
 
ore 21.00, Teatro dell'Affratellamento, verrà rappresentato il testo teatrale "Garage".

Vi aspettiamo numerose e numerosi
 

Libere tutte

Nessun commento:

Posta un commento